Our Locations Worldwide

Serve Love Give Purify Meditate Realize

Om Page in italiano


Giusta Alimentazione

 

La giusta dieta è uno dei 5 punti fondamentali dello Yoga secondo l’insegnamento di Swami Vishnu-devananda, fondatore e Guru dei Centri Internazionali Sivananda Yoga Vedanta.

La dieta yogica è vegetariana e consiste in cibi puri, semplici e naturali, facili da digerire e salutari. I pasti semplici aiutano la digestione e l’assimilazione del cibo. Esistono cinque categorie di sostanze nutritive: proteine, carboidrati, minerali, grassi e vitamine.


Per organizzare una dieta bilanciata bisogna conoscere i principi fondamentali della dietetica. Per una migliore qualità di nutrienti dovremmo sempre mangiare cibi che vengono direttamente dalla natura, cresciuti in terra fertile (preferibilmente organica, libera da agenti chimici e pesticidi). L’elaborazione, il raffinamento e l’eccessiva cottura distruggono buona parte del valore del cibo.

Esiste un ciclo in natura conosciuto come “catena alimentare”. Il sole è la fonte di energia di tutta la vita sul nostro pianeta; nutre le piante (l’apice della catena alimentare) che vengono mangiate dagli animali vegetariani che vengono a loro volta mangiati dagli animali carnivori. Il cibo al vertice della catena alimentare, essendo nutrito direttamente dal sole, ha le maggiori proprietà vitali. Il valore alimentare della carne animale è considerato una fonte di nutrimento di “seconda mano”, ed è di natura inferiore. Tutti i cibi naturali (frutta, vegetali, semi, semi oleosi e cereali) hanno, in misura variante, diverse proporzioni di questi nutrienti essenziali e sono una fonte di proteine facilmente assimilabili dal corpo. Inoltre i cibi di seconda mano sono spesso più difficili da digerire ed hanno meno valore per il metabolismo.

Molti si preoccupano di non assumere sufficienti proteine, ma trascurano altri fattori. La qualità delle proteine è più importante della quantità in sé. I derivati del latte, i legumi, i semi e i semi oleosi forniscono al vegetariano una dose adeguata di proteine. L’alto fabbisogno di proteine ancora preso in considerazione da molti Dipartimenti della Salute si basa su dati antiquati ed è stato dimostrato falso molte volte in studi di laboratorio. Un motto pieno di salute è: ”Mangia per vivere, non vivere per mangiare”.

Dobbiamo assolutamente capire che lo scopo del mangiare è quello di fornire al nostro organismo energia vitale, o Prana. Per questo motivo, il miglior programma nutritivo per uno studente di Yoga si basa su una dieta semplice fatta di cibi freschi e naturali. In effetti però, la vera dieta yogica è ancora più selettiva. Lo yogi è interessato agli effetti sottili che il cibo ha sulla mente e sul corpo astrale. Evita pertanto i cibi eccessivamente stimolanti, preferendo quelli che rendono la mente calma e l’intelletto acuto. Chi percorre seriamente la via dello Yoga dovrebbe evitare di ingerire carne, pesce, uova, cipolle, aglio, caffè, tè(eccetto le tisane), alcool e droghe.

Qualsiasi cambiamento della dieta dovrebbe essere graduale. Cominciate aumentando le porzioni di verdure, cereali, semi e semi oleosi finché, alla fine, tutti i prodotti a base di carne non saranno completamente eliminati dalla dieta. La dieta yogica vi aiuterà ad avere un livello più alto di salute, un intelletto attivo ed una mente serena. Per capire veramente l’approccio yogico alla dieta bisogna conoscere il concetto dei tre Guna, o qualità della natura.

Letture consigliate

Il grande libro della Yoga, di Swami Vishnu-devananda e The Sivananda Companion Book of Yoga, degli Sivananda Yoga Centers (disponibile solo in inglese).

Link

Ricette Vegetariane (in inglese).

Om Namo Narayanaya